FST Mediateca Toscana Film Commission
 

Festival dei Popoli
Festival Internazionale del Film Documentario
< 1 – 7 Novembre >


Il Festival dei Popoli, Festival Internazionale del Film Documentario, compie 50 anni: l’edizione che avrà luogo a Firenze dal 1 al 7 novembre 2009 rappresenta un traguardo importante per la più longeva manifestazione europea interamente dedicata al cinema documentario. I omaggio al cinquantenario del Festival la sezione The Feeling of Being There. 1958-1965: sette anni di cinema documentario che ripercorrerà un periodo fondamentale per l’evoluzione del cinema attraverso una retrospettiva di cortometraggi che hanno segnato la storia del documentario. Ricordare la fine degli anni '50 e l’’inizio dei ‘60 non è tanto un puro e semplice “amarcord” quanto una rivendicazione delle radici, di un cinema sotto il cui segno il Festival è
nato e che ancora oggi conserva tutta la sua carica vitale.
A rappresentarlo, 24 titoli: da film che hanno segnato la nascita del “direct cinema” americano (Meet Marlon Brando e With love from Truman) di A. e D. Maysles, 1966; Happy mother’s day di R. Leacock e J. Chopra del 1963), del “free cinema” inglese (We are the Lambeth Boys di K. Reisz del 1959) e della “nouvelle vague” (Gare du Nord di J. Rouch, Salut les cubains di A.Varda,), a capolavori rarissimi come Khaneh siah ast (La casa è nera) di F. Farrokhzad (Iran, 1962) presentato in una copia appena restaurata, per arrivare alle opere di autori che hanno fatto la storia del festival (A Valparaiso di J. Ivens, Les inconnus de la terre di C. Rispoli, I dimenticati di V. De Seta).
La struttura del Festival conferma il Concorso internazionale di lungometraggi con 17 film inediti che concorrono per il Premio per il Miglior Documentario, il Premio per la Miglior Regia, il Premio Fondazione Ente dello Spettacolo per la distribuzione, la targa "Gian Paolo Paoli" per il Miglior Film Etno-Anropologico e il Premio del Pubblico. Il Concorso internazionale di cortometraggi: 16 film inediti che concorrono per il Premio Lorenzo de’ Medici, per il Premio Ucca – Venti Città e per il premio del Pubblico. Stile libero: sezione non competitiva composta da 11 titoli, dedicata ad omaggi ed eventi speciali. Nello spirito della tradizione del festival, una particolare attenzione sarà dedicata ai documentari musicali, come Woodstock: now and then, Crollo Nervoso, Soundrack for a Revolution, riuniti in una rassegna dal titolo Tracce Sonore. La sezione Materiali del tempo: il cinema di Thomas Heise è la prima personale in Italia dedicata al documentarista tedesco che con maggior cura e determinazione ha documentato il passaggio di consegne dalla Germania della RDT alla caduta del Muro e alla successiva riunificazione.