FST Mediateca Toscana Film Commission
 

River to River.
Florence Indian Film Festival
< 4 – 10 Dicembre >


Dal 4 al 10 dicembre 2009 si terrà a Firenze la nona edizione del River to River. Florence Indian Film Festival, fondato e diretto da Selvaggia Velo. Il Festival, con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India di Roma, quest’anno propone una retrospettiva dedicata al genio malinconico di Guru Dutt (1925-1964), definito l’Orson Welles indiano e scomparso prematuramente (alcolizzato e suicida) a 39 anni. Sono stati selezionati tre suoi capolavori, che saranno visibili su pellicole originali grazie alla collaborazione con il Directorate of Film Festivals di Nuova Delhi: il poliziesco alla francese Aar Paar - Questo o quello (1954), la contrastata storia d’amore di Mr. and Mrs. 55 (1955) e l’autobiografico e struggente Kaagaz ke Phool - Fiori di carta (1959). Verrà inoltre proiettato un documentario sulla sua vita, In Search of Guru Dutt di Nasreen Munni Kabir, in cui viene descritta una personalità così unica e ricca come quella di Dutt. Tra i film in concorso per il River to River Digichannel Audience Award saranno proiettati i più recenti lungometraggi, cortometraggi e documentari della cinematografia indiana, a raccontare storie ed esperienze di vita che sono lo specchio di una società multiforme, colorata e in evoluzione che con una sempre maggiore frequenza si affaccia al mondo occidentale da protagonista. Ad accompagnare i film saranno presenti registi, attori e produttori.
Venerdì 4 dicembre vedrà la serata d'apertura del Festival, che si inaugurerà al Museo Marino Marini di Firenze con una mostra a cura di Giovanni Aprile dedicata al grande pittore indiano Raja Ravi Varma (1848-1906), che con la sua vita e le sue opere ha mostrato il proprio lato anticonvenzionale, portando scompiglio nell’India dell’Ottocento. Di seguito, alle 21.00 presso il cinema Odeon, ci sarà la proiezione in prima italiana del film che racconta la storia del pittore Raja Ravi Varma: Rang Rasiya (Colours of Passion), del conosciutissimo regista indiano Ketan Mehta, che ha scelto come una delle sue protagoniste Nandana Sen, la figlia del premio Nobel per l'economia Amartya Sen. Ketan Mehta sarà presente al Festival e incontrerà il pubblico dopo la proiezione del suo film. Il Festival si svolge con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India di Roma.